Il mentoring è una straordinaria metodologia utilizzata in tutto il mondo da singole persone e organizzazioni per il miglioramento personale e professionale.

Un mentore è un professionista dello sviluppo delle risorse umane che, avendo maturato con una consolidata e riconosciuta esperienza in certe tematiche, viene incaricata di seguire e formare altre persone tramite la trasmissione delle proprie conoscenze e personalità.

Il mio mentoring per lo sviluppo di carriera è indirizzato a 3 tipologie di persone:

  1. Persone che hanno un lavoro che le soddisfa ma vogliono riequilibrare o migliorare il loro posizionamento professionale.
  2. Persone che hanno un lavoro ma non gli piace e vogliono cambiare direzione e hanno bisogno di supporto per trovare e progettare una nuova strada professionale.
  3. Persone che non hanno un lavoro o lo hanno perso, e anno bisogno di trovare o riprogettare la propria strada professionale.

Come posso rafforzare la mia posizione professionale?
Come posso integrarmi al meglio nel mio ambiente di lavoro?
Come posso lavorare bene con e nel mio team?
Come posso cambiare lavoro se quello che faccio non mi piace?
Come posso riposizionarsi se mi trovo senza un lavoro?

Trovare il posto giusto, consolidare una posizione, crescere di livello, cambiare quando è il momento, guidare o saper lavorare in gruppo, sono ambizioni che andrebbero sempre coltivate per raccogliere le giuste soddisfazioni professionali.

Ma servono metodo, formazione e competenze adeguate, concretezza, un pizzico di coraggio e di fortuna. Io ci sono riuscito più volte e per questo tanti giovani, professionisti e organizzazioni si fidano delle mie competenze di mentoring per lo sviluppo di carriera.

LE ORIGINI DELLA PAROLA MENTORE

L’origine della parola proviene dall’Odissea di Omero, dove Mentore era una persona esperta e saggia a cui Ulisse affidò il figlio Telemaco prima di partire da Itaca per assediare Troia. Ulisse scelse Mentore perché voleva un consigliere, un protettore, un insegnante speciale che facesse crescere bene molto il figlio senza condizionarlo ma bensì aiutandolo a saper fare le proprie esperienze e a imparare per crescere.

Omero descrive Mentore come una persona di grande esperienza e di conoscenze superiore alla media ma soprattutto saggia, di buon senso e di grande carisma. Mentore si rivelò una guida speciale nel  fare crescere e motivare Telemaco, e lo fece così bene che l’eco delle sue azioni, per certi versi, è arrivato fino ai nostri giorni nostri.