Una precisazione: sono l’unico Talent Designer in Italia perché ho creato io stesso questa nuova figura professionale.

Il Talent Designer è un professionista per lo sviluppo delle risorse umane che affianca singole persone, aziende e team in percorsi finalizzati all’eccellenza personale e professionale.

Il Design Thinking, applicato al modello operativo del Talent Designer, permette di affrontare tutti i tipi di sfide e obiettivi legati allo sviluppo delle risorse umane, individuali o di team.

Un modo di precedere che mette insieme creatività, strategia e organizzazione stimolando le persone e i team a:

  • Aprire la mente
  • Comunicare benissimo
  • Superare le fasi di stallo
  • Guardare le situazioni da più punti di vista
  • Trovare nuove possibilità
  • Sviluppare le abilità personali e di gruppo utili all’obiettivo
  • Disegnare un buon business
  • Usare organizzazione e strategia
  • Fare cose che si pensa di non saper fare

Il Design Thinking è un modo di pensare, agire e decidere. Il Talent Designer usa tutto quello che serve per ispirare, aprire possibilità, smuovere motivazione e creare contesti che portino a risultati soldi e duraturi nel tempo.

Ho creato questo nuovo profilo professionale mettendo insieme le cose più importanti che ho studiato, usato e verificato nel mio percorso di carriera. Ho unito i modelli operati più efficaci con i principi del Design Thinking con l’obiettivo di sviluppare in una nuova modalità di formazione contemporanea, pratica e davvero efficace.

Ho creato un metodo unico di cui le persone e le aziende si possono fidare. Un metodo che contiene elementi di comprovata efficacia e, soprattutto, distante dalla formazione pompata che svanisce veloce nello scontro con la realtà di tutti i giorni.

Il Talent Designer opera in 5 aree:

  1. Carriera
  2. Team
  3. Comunicazione
  4. Personal branding
  5. Talento

Il Talent Designer segue  7 linee guida operative:

  1. Comprendere del contesto
    Tutte le persone e organizzazioni sono uniche e necessitano di progetti su misura.
  2. Creare nuove possibilità
    Sviluppare le risorse umane significa riuscire a fare cose che fino a quel momento non sono mai state fatte.
  3. Fare sperimentazione diretta
    Le persone e i team apprendono vedendo, ascoltando ma soprattutto facendo.
  4. Riflettere e apprendere
    Durante il percorso è decisivo saper riflettere con metodo per modificare, adattare e consolidare quello che serve per alzare l’asticella verso l’obiettivo.
  5. Fare nuove azioni e adattamenti
    La riflessione fatta bene attiva nuove azioni, stimola adattamenti tempestivi e favorisce le scelte giuste per andare verso quello che si vuole realizzare.
  6. Fare valutazioni intermedie
    Un metodo è concreto quando permette di misurare passo dopo passo la strada intrapresa.
  7. Arrivare a un risultato solido e duraturo nel tempo
    Un metodo è straordinario quando produce risultati tangibili, solidi e soprattutto duraturi nel tempo.

Oggi il mercato del lavoro richiede il potenziamento di determinate competenze trasversali, indispensabili per il massimo rendimento di un team e per dare solidità al proprio percorso di carriera.

 

 

 

 La mia bio

Lucio Zanca_Talent Designer_luciozanca.com