COMUNICAZIONE

Capirsi +

In un periodo storico dove le interazioni tra le persone sono diventate possibili 24 ore su 24, il saper comunicare è diventato un fattore decisivo in ogni momento della nostra giornata.

Tutti desiderano essere ascoltati e coltivare buone relazioni.

Tutti ambiscono a saper gestire un team con semplicità e carisma.

Tutti sognano di parlare in pubblico in modo straordinario.

Tutti vogliono usare al meglio i social network.

Eppure solo poche persone sanno davvero come si fa.

In un contesto in continua evoluzione, e pieno di possibili vantaggi, tutti dovrebbero conoscere come si fa a comunicare davvero bene.

Capire gli altri e farsi capire

Comunicare in modo adeguato, efficace e persuasivo

Parlare in pubblico con grande sicurezza e carisma

Guidare un team in modo straordinario

Migliorare le proprie relazioni

Motivare e motivarsi

Tutti questi sono solo alcuni dei vantaggi che si ottengono sviluppando le proprie abilità comunicative.

Considera quello che ti succede durante la tua giornata e concorderai con me che molti problemi interpersonali, il mancato raggiungimento di risultati, le difficoltà di lavorare in team, nascono spesso da una cattiva comunicazione tra in vari attori.

Quanto migliorerebbe tutto quello che fai comunicando molto bene?

Comunicare bene è un fattore determinante per il tuo successo professionale e per la tua qualità della vita. Io te lo posso dimostrare perché  ho raccolto tante tante soddisfazioni professionali grazie allo sviluppo delle mie abilità comunicative.

Insegno a comunicare anche pura passione oltre che per lavoro, perché mi entusiasmo veder sbocciare queste capacità nelle persone e nei gruppi.

E sai quale è la bella notizia?  

Le abilità comunicative si possono sviluppare a qualsiasi età.

Propongo percorsi di formazione individuali, aziendali e di gruppo dal livello base fino all’avanzato professionale.

“C’è una cosa decisiva tra noi e il successo. Non è l’esperienza. Non è la competenza. Non è l’impegno. E’ la capacità di creare connessioni con le altre persone”. Lucio Zanca