LA MIA BIO 

 

“Ogni mattina, quando mi guardo allo specchio, posso affermare con orgoglio di essere riuscito a battere tante strade rimanendo sempre me stesso”.

 

bio_2_gif_480pSono nato il 27 Febbraio 1967 a Pesaro, una brillante città di mare della regione al plurale, le Marche. 

Sono perciò fiorito nei meravigliosi anni ’60/’80, gli anni della sperimentazione delle idee, delle radio libere, delle scoperte e del rock & roll.

In quell’atmosfera magica ho imparato a sognare sempre qualcosa di coinvolgente nel lavoro, nello studio e nelle relazioni. 

Mi definisco un curioso professionista che affronta la vita con l’entusiasmo della sfida. 

Sin da bambino ho amato la musica in tutte le sue forme perché permette di viaggiare con la fantasia in mondi pieni di fascino. Born to run di Bruce Springsteen è il mio manifesto.

La comprensione dell’essere umano è un tema che mi incanta. Mi piace riconoscere le caratteristiche delle persone, i talenti, i segni della pelle, i tratti culturali. L’esclusiva diversità di ogni essere umano è un valore importante che può essere utilizzato al meglio in ogni ambito, privato e professionale. 

Ho scoperto che i Tuareg sono persone straordinarie perché sono capaci di osservare tutt’attorno mentre tengono lo sguardo anche oltre l’orizzonte. Abilità che ritrovo in tutte le persone visionarie.  

Ammiro gli artisti di strada perché seducono con la forza del proprio talento. Sono meravigliato dai surfisti che affrontano delle onde spaventose e ripartono coraggiosi dopo rovinose cadute. Caratteristiche che riconosco in tutte le persone di successo.

Mi piace la vitalità delle metropoli, contenitori di storie contrastanti, slanci e tormenti che segnano e descrivono il nostro tempo.

Sono anche affascinato dalla natura, dalla sua incantevole armonia di colori, dal mistero della materia e dalla dinamicità delle sue forze spesso contrapposte.

Amo i miei figli, il dono più prezioso, e osservo i nostri giovani con il desiderio di comprendere i loro bisogni e contribuire in modo concreto all’espansione del loro infinito potenziale. 

Mi piace lavorare in team e con i team, perché vincere insieme è una soddisfazione unica, meravigliosa, coinvolgente.

La mia carriera ha preso una strada affascinante quando il CEO di una azienda mi ha detto: “Lucio, tu sei un designer del talento perché sai riconoscere le qualità delle persone e le fai sbocciare”

Da quel momento ho abbracciato il Design Thinking come riferimento metodologico per tutte le mie idee e proposte di formazione.

Ho creato una nuova figura professionale specializzata nello sviluppo delle risorse umane: il Talent Designer. 

Ho dato vita ad un nuovo metodo per la formazione all’eccellenza personale e professionale, un modello sistemico che si basa su 3 pilastri: design, human, talent.

DESIGN

Ideare, progettare e sperimentare proposte di formazione che garantiscano delle attenzioni sartoriali ai miei clienti.

HUMAN

Aiutare singole persone, aziende e team a scoprire l’infinito potere della macchina umana.

TALENT

Tutti hanno dei talenti esclusivi che aspettano di essere liberati.


Ognuno di noi è un genio ma se giudichiamo un delfino dalla sua capacità di salire su un albero, lui vivrà tutta la vita frustrato credendo di essere sbagliato, incapace, inadatto.
Il mio scopo è dare sostanza all’idea concreta che tutti possono fare il proprio massimo 
smontando l’idea sbagliata 
che tutti possono fare tutto. 

 

 Lucio Zanca_Cosa faccio_luciozanca.com